Machine learning

Sin dal 1990, ESET utilizza algoritmi di machine learning allo scopo di rilevare e bloccare le minacce. Nel 1998 nel motore di rilevamento dei suoi prodotti sono state aggiunte le reti neurali.

Il machine learning include i DNA Detection, che utilizzano modelli basati sul machine learning per garantire un funzionamento efficace con o senza connessione al cloud. Gli algoritmi di machine learning rappresentano inoltre un elemento essenziale dell’ordinamento e della classificazione iniziali dei campioni in entrata, nonché del relativo posizionamento nella “mappa di sicurezza informatica” immaginaria.

ESET ha sviluppato internamente il proprio motore di machine learning che sfrutta la potenza combinata delle reti neurali (tra cui, “Deep Learning” (Apprendimento profondo) e “Long Short-Term Memory” (Lunga memoria a breve termine)) e di un gruppo selezionato di sei algoritmi di classificazione. Ciò consente di generare un risultato consolidato e di etichettare correttamente il campione in entrata come pulito, potenzialmente indesiderato o dannoso.

Il motore di machine learning ESET è stato ottimizzato allo scopo di garantire la cooperazione con altre tecnologie di protezione, tra cui DNA, sandbox e analisi della memoria, nonché l’estrazione di funzionalità comportamentali, per offrire i migliori tassi di rilevamento e il minor numero possibile di falsi positivi.

Configurazione dello scanner nella Configurazione avanzata del prodotto ESET

Prodotti ESET Windows Home (a partire dalla versione 13.1)

Prodotti ESET Windows Endpoint (a partire dalla versione 7.2)